Attivismo e murga

Dalla mia storia personale nasce l’impegno per il sociale. Educare o allenare bambini e adolescenti significa stare loro accanto e provare ad aiutarli concretamente anche anche nella vita di tutti i giorni: a conquistarsi i loro spazi, a socializzare, a superare le discriminazioni, ad esprimere le proprie esigenze, a cercare la bellezza autentica delle cose.

Riqualificazione del territorio

Il mio impegno inizia dalla riqualificazione dei territori a cui sono legata, quelli dell’area nord di Napoli, tra Scampia e Secondigliano. Insieme a gruppi e associazioni attivi in queste zone, con Magma, BandaBaleno, con la mia Scuola Clopin e con tantissime altre realtà di questa fantasticarete, ci occupiamo di recuperare e restituire alla comunità alcuni spazi urbani inutilizzati (o male utilizzati).

Taglio erba, pulizia, costruzione di arredi urbani, panchine, tavoli, giochi per i bambini, organizzazione di momenti di socialità:  lo sforzo parte dal basso, da un piccolo gruppo di ragazze e ragazzi e hanno trovato casa al centro sociale del Monterosa, e che aggrega gli abitanti e le abitanti di un intero rione.

Nel 2020, con l’Associazione Banda Baleno e con Needle, t abbiamo potuto iniziare un percorso di rqualificazione della Pinetina del Monterosa, attr’opera averso la costruzione di un gazebo, di tavoli e sedute da picnic e un’opera di paciamatura per preparare il terreno ad ospitare aiuole di fiori e un piccolo ortodi quartiere.

Aggregazione e comunità

Non basta ripulire gli spazi, bisogna viverli: uscire di casa, incontarsi, ritrovare il piacere di stare insieme.

Negli ultimi 4 anni abbiamo creato diverse occasioni di ritrovo, aggregazione e convivialità: laboratori di calcio popolare, circo sociale, murga e percussioni, laboratori di arte e creatività, concerti,  feste e cene di quartiere, cinema sotto le stelle.le ormai tradizionali feste della Befana e di Primavera. 

Murga: un'arte di strada argentina, tra danza, percussioni e ribellione

La Murga è la forma di espressione a cui sono maggiormente legata. Un insieme fantasioso e colorato di esibizioni di strada, coreografiche e musicali, espresse sotto forma di parata itinerante.

Tra danze, canti, percussioni e glosas, è un vero e propio teatro di strada, che non si esaurisce però nella mera rappresentazione artistica.

La murga nasce infatti come strumento di protesta sociale, nelle baracche in cui erano tenuti gli schiavi e le schiave delle piantagioni del padrone bianco. 

Nella murga trovano espressioni le più svariate discipline artistiche: danza, musica, fiati, canto, recitazione, satira, acrobatica, giocoleria, costumi e scenografia,  trucco di scena, arti circensi, affinchè ciascun* possa esprimersi come desidera.I laboratori di murga che portiamo avanti con BandaBaleno non si concentrano solo sulla tecnica musicale e coreutiche, ma si pondono come momento di riflessione, presa di consapevolezza e confronto, e coinvolgono bambin*, ragazz* e adult*.

Molto importanti sono i momenti di incontro, come il Mediterraneo Antirazzista, i Murga-fest nazionali, le trasferte in sostegno dei compagni e delle compagne in tutta Italia e non solo.

Il sogno è di riuscire a creare una murga in ogni città, in ogni quartiere, in ogni rione che sia espressione di ogni singola collettività, proprio come in Argentina.

Tre salti, i tipici passi delle danze murguere, per spezzare tutte le catene e liberarsi.

La levita, la giacca coloratissima e piena di glitter e appliques, come un frac indossato alla rovescia per sfottere la borghesia e i signorotti che vogliono ancora spadroneggiare.

Un cappello pieno di piume e lustrini, e un make-up fuori da pgn convenzione per esprimersi a 360° e sentirsi liber* di essere.

La satira, nei testi, nei canovacci e nelle canzoni, per gridare tutto quello che va cambiato.

Una connotazione fortemente politica e sociale, che rende la murga uno strumento potentissimo di lotta pacifica e manifestazione di piazza, che aiuta a dar voce a tante questioni che spesso restano inascoltate: violenza di genere, razzismo, censura, omo-transfobia, bosy-shaming, ambientalismo, sono solo alcune delle cause a servizio delle quali la murga scende in strada e prende voce.

Bam - brigate di appoggio mutuo

Il supporto delle associazioni con cui collaboro prov non sa a fornire aiuti concreti alle famiglie e per chi è in diffcioltà.

Durante il periodo di lockdown, insieme alla rete autogestita BAM di Scampia, abbiamo raccolto i fondi necessari a regalare beni di primissima necessità (spesa, alimenti, farmaci) a 350 famiglie locali.